Rituali

Bagno rituale per la bellezza e la seduzione

Anche se il concetto di bagno rituale è correlato soprattutto all’idea della purificazione, perché direttamente relativo ai concetti di pulizia e igiene, si tratta di un tipo di rituale semplice da adeguare a varie circostanze. Ecco quindi che dei bagni per la sensualità e l’amore possono aiutare a prepararsi ad un appuntamento importante, o essere piccoli e semplici incantesimi per periodi specifici dell’anno.

Di seguito, consigliamo una possibile composizione per un bagno, adatto in particolare al periodo di Beltane, per risvegliare la sensualità personale e la bellezza.

Rituali di questo genere possono essere rivolti a divinità quali Afrodite, Venere, Freyja, a seconda del culto a cui si dedica la propria pratica, e a tutte quelle Divinità, femminili e maschili (come dimenticare il bellissimo Adone, oppure Apollo e il suo radiante splendore?), noti per la loro bellezza, o che presiedono l’amore e i buoni sentimenti fra persone.

Necessario
¼ di tazza di sale grosso, sali profumati o sali di epsom
2 tazze di latte di capra
½ tazza di petali di rosa*
½ tazza di fiori di ibisco*
½ tazza di fiori lavanda*
½ tazza di fiori camomilla*
1 pezzo di tessuto in cui porre le erbe, se non si vuole che si spargano per la vasca
2 candele rosse
incenso per l’amore, la sensualità o il carisma
olio rituale adatto per l’amore, la sensualità o il carisma
opzionale: una polvere hoodoo per l’amore, la sensualità o il carisma
due porta candele
carboncino
porta incenso o ciotola ignifuga

* la quantità può variare secondo gusto personale

Procedimento

Preparare le due candele con cui accompagnare il bagno, purificandole in modo opportuno e, se si desidera, incidendole con una petizione.
Dopodiché, ungerle con l’olio rituale e, se si ha deciso di utilizzarla, vestirle con la polvere hoodoo prescelta.

Purificare anche la vasca da bagno, accendere le candele e l’incenso, e dopo una fumigazione iniziare a riempire la vasca con acqua calda.

Se si sta votando il rituale a una divinità specifica, si possono pronunciare inni in suo onore, invitandola a osservare con benevolenza il rituale.

Quando la vasca inizia ad essere piena almeno per ¼, si possono versare i fiori e il sale, in modo che rilasciano il proprio aroma e le virtù curative nell’acqua. Quando la vasca è pronta, per ultimo si versa il latte.

Si entra nella vasca passando attraverso le due candele e, immergendosi, si possono pronunciare formule relative allo scopo che si desidera ottenere – bellezza, sensualità, carisma.

Ci si immerge completamente nell’acqua, bagnandosi il corpo, i capelli, il viso, lasciando che i profumi e il calore cullino dolcemente, aiutando a rilassarsi. Si dovrebbe cercare di concentrarsi su sé stessi, sulla consapevolezza del proprio corpo, e anche su quelli che si ritengono essere i propri punti di forza (e di debolezza). Ci si può visualizzare in un luogo naturale, come una sorgente o una radura, abbigliati di begli abiti, con l’atteggiamento che si desidera, intenti in chiacchiere amichevoli con altre persone o con l’amato.

È importante acquisire la consapevolezza che, per quanta distanza vi sia fra quella visualizzazione e la propria quotidianità, il rituale manifesterà molti modi per colmare tale distanza.

Infine, quando si sente essere giunto il momento, si esce dalla vasca, sempre passando attraverso le due candele – che dovranno essere lasciate bruciare completamente.

Prima di scaricare l’acqua del bagno, se ne dovrà conservare una tazza, della quale disporre dopo essersi asciugati.

La tazza di acqua conservata dovrà essere gettata fuori casa, verso Nord.

Se desideri avere il kit per realizzare questo rituale, insieme alle istruzioni complete, troverai tutto il necessario qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

EnglishItalian