• Nexus arcanum, evocazione, come evocare, come si evocano i demoni, evocazione goetica, goezia, teurgia, come evocare una divinità, come evocare uno spirito, l'evocazione èpericolosa, a cosa serve la purificazione le offerte servono per i riti, gli strumenti servono per i riti, sigilli, sigillazione, scrying, specchio nero, sfera i cristall, incenso magico, incenso devozionale
    Magia Cerimoniale

    Sulla pratica dell’evocazione

    Riteniamo superfluo redigere un articolo del tipo “come evocare un demone o una divinità”. Di fatti, non ci concentreremo sulle tecniche, bensì sui temi, una caratteristica che in genere contraddistingue tutto il nostro lavoro di divulgazione. A maggior ragione, così deve essere anche in questo caso, poiché nessun articolo, per quanto lungo e completo, potrebbe mai sostituire gli anni di pratica, prove, fallimenti e successi, non solo necessari, ma addirittura fondamentali, a padroneggiare una pratica complessa e articolata come quella dell’evocazione.

    Questo articolo quindi si rivolge a quanti desiderano confrontarsi con alcune nozioni di base, o cercano chiarimenti sul tema, ma non sarà di alcuna utilità a coloro che sperano di trovarvi un breviario riduttivo, una lista di strumenti necessari e istruzioni. L’accostarsi al sovrannaturale è qualcosa che si conduce per gradi, non un evento istantaneo, bensì qualcosa di ricercato e strutturato giorno per giorno.

  • El-Acher, Etz Ha-Hayim, Gnosticismo, LHP, Nathan di Gaza, Qliphot, Sabbatai Zevi, Schebirath ha-Kelim, Sitra Ahra, Tikkun, Etz Ha-Mavet, Tradizione Anticosmica, Tzim-Tzum, Vie di Mano Sinistra, corrente 218, corrente 182, The Book of Sitra Achra, Temple of the Black Light
    Antropologia & Storia delle religioni,  Qliphot,  Vie di Mano Sinistra

    Qliphot: alla Sinistra di Dio

    Un’altra versione, embrionale e non aggiornata, di questo articolo, è presente nel forum “Satanisti: la Nostra Verità”.
    Tale versione non verrà più aggiornata né ampliata, mentre sarà costantemente ampliata quella presente in questo website.

    Anticosmiche, oscure, emanazioni sinistre di un Assoluto altrimenti troppo luminoso per reggersi su se stesso: venendo trattate alla stregua di un tabù dalle scuole di spiritualità ortodosse e conservatrici, di Qliphot si parla poco e niente, e spesso chi lo fa non ha le idee molto chiare riguardo a un argomento, avente tanto seguito nella letteratura esoterica moderna, quanto riferimenti classici scarsi e difficili da trovare. La Qabalah ebraica, dottrina mistica e monista per eccellenza, le cita di sfuggita, come “gusci” o “scarti della creazione” (il termine singolare qlipha deriva infatti dall’ebraico kelipah [→ kelipott] che significa appunto “guscio” o “scarto”), è dà loro poco spazio, sebbene molta rilevanza funzionale, considerandole alla stregua di un effetto collaterale che sporca una Creazione altrimenti intrinsecamente pura.