Copale dorato

7,5027,00

DOMINATO DAL SOLE E DA GIOVE

PURIFICAZIONE, GUARIGIONE, PROTEZIONE
CHIAREZZA E APERTURA DELLE STRADE
PROSPERITÀ E BENESSERE

Svuota

Descrizione

Golden copal from Icica icicariba

There are several varieties of copal since the name doesn’t identify the resinous secretion of a specimen, but any subfossil vegetable resin younger than amber. For this reason, copal is classified in several varieties depending on the appearance, the scent and the origin:

  • golden copal from Icica icicariba, characteristic of Brazil

  • white or grey copal from Protium crassipetalum, from Mexico and Brazil

  • black copal from Brusera microphylla and Brusera graveolens, from Mexico

  • Manila copal from Agathis dammara, from Filippine

  • Kauri copal from Agathis dammara, from New Zealand

  • coplaier or Madagascar copal from Hymengea verrucosa from Madagascar

White and black copal are considered the higher qualities thanks to their rich scent, the reason why they are much more expensive. It is easy to distinguish true copal from fakes thanks to its solubility in petrol and ether.

The name copal comes from the Nahuatl “copalli”, meaning incense, referred to different specimens of Brusera. Mayan and Mesoamerican copal (for the most the secretion of Brusera bipennata and Brusera graveolens) was the blood of the trees used as a food for the Gods, as well as maize was the food of Mankind. Here begin the sacralization of this resin, used for many different purposes. For its relation with the idea of food and prosperity, Chortí used copal to begin and conclude the deer hunt, offering the smoke of the copal to the Spirit of the deer in payment for its sacrifice and to allow him to return to the spiritual realm, purifying the carcass from the evil spirits of death.

In Mesoamerican traditions, illness depends from evil spirits. For this reason copal was accounted with healing properties, being able to purify from everything negative, to repair the integrity of the soul and to elevate the mundane to the Divine.

Moreover, adequately prepared, it was considered able to induce trance conditions, suitable for divination and rites of passage (initiatic rites).

Golden copal is ruled by the Sun and Jupiter, and often used in purification context, both for people and objects. Thanks to its relation with the Sun, it helps to find clearance and new directions. It also promotes healing and protection.

nexus arcanum, crown of thorns, qayin, 218 current, 182 current

Copale dorato dall’Icica icicariba.

Esistono diverse varietà di copale, poiché il nome non identifica la secrezione resinosa di una specie, ma ogni resina vegetale subfossile che sia più giovane dell’ambra. Per questa ragione, il copale è classificato in diverse varietà a seconda dell’aspetto, dell’odore e dell’origine:

  • copale dorato dall’Icica icicariba, caratteristico del Brasile

  • copale bianco o grigio dal Protium crassipetalum, dal Messico e dal Brasile

  • copale nero dalla Brusera microphylla e dalla Brusera graveolens, dal Messico

  • copale Manila dall’Agathis dammara, dalle Filippine

  • copale Kauri dall’Agathis dammara, dalla Nuova Zelanda

  • copalier o copale del Madagascar dall’Hymengea verrucosa, dal Madagascar

Il copale bianco e quello nero sono considerati di più alta qualità grazie al loro odore ricco, ragion per cui sono più costosi. È facile distinguere il vero copale da quello falso grazie alla sua solubilità in petrolio ed etere.

Il nome “copale” proviene dal Nahuatl “copalli”, che significa incenso, riferito a diverse specie di Brusera. Il copale usato dai Maya e nell’area mesoamericana (per lo più la secrezione della Brusera bipennata e della Brusera graveolens) era il sangue degli alberi usato come cibo per gli Dei, così come il mais era il cibo dell’Umanità. Qui inizia la sacralizzazione di questa resina, usata per molti scopi diversi. In relazione all’idea del cibo e della prosperità, i Chortì usavano il copale per iniziare e concludere la caccia al cervo, offrendo il fumo del copale allo Spirito del cervo in pagamento al suo sacrificio e per permettergli di tornare al regno spirituale, purificando la carcassa dagli spiriti malevoli della morte.

Nelle Tradizioni mesoamericane, la malattia dipende da spiriti malvagi. Per questo il copale era ritenuto avere proprietà guaritrici, essendo in grado di purificare da qualunque negatività, di riparare all’integrità dell’anima ed elevare il mondano al Divino. Inoltre, adeguatamente preparato, era considerato in grado di indurre condizioni di trance, adatte alla divinazione e ai riti di passaggio (riti iniziatici).

Il copale dorato è regolato dal Sole e da Giove, e spesso usato in contesti di purificazione, sia di persone che di oggetti. Grazie alla sua relazione con il Sole, aiuta a trovare chiarezza e nuove direzioni. Inoltre favorisce la guarigione e la protezione.

Informazioni aggiuntive

Peso 0100 kg
Dimensioni 10 × 10 × 10 cm
Option

25gr, 50gr, 100gr

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

EnglishItalian