• Antropologia & Storia delle religioni,  Stregoneria

    Ostara: conigli che depongono le uova

    Perché, per ogni Sabba, si parla quasi soltanto di Divinità femminili? Potremmo dire, che questo retaggio ci deriva dall’ampia diffusione della Tradizione Magica Occidentale in Europa che, vedendo nella Luna la tessitrice della Natura, ha portato il pensiero magico a individuare in figure divine femminili le tessitrici della Natura nel suo ciclo annuale. Così, anche un approfondimento sull’imminente sabba di Ostara non può che partire da alcune considerazioni riguardo una divinità difficile da collocare ed elusiva, perché scarsamente attestata dalle fonti e soggetta a più speculazioni che certezze.

  • Antropologia & Storia delle religioni,  Stregoneria

    Imbolc: gestazione e purificazione

    Imbolc è una delle quattro feste celtiche stagionali legate al fuoco e al ciclo del sole: Imbolc/1° Febbraio; Beltane/1° Maggio; Lughnasad/1° Agosto e Samhain/1° Novembre – specificando e tenendo sempre è a mente che per i Celti il giorno iniziava al tramonto, e le celebrazioni si protraevano da tramonto a tramonto. Imbolc è equidistante sia dal solstizio d’inverno che dall’equinozio di primavera, proprio come lo è anche la sua controparte, Lughnasad. Segnano in questo modo non l’apice della presenza e dell’assenza della luce, ma due momenti di importante passaggio, durante i quali vi era la transizione da un ordinamento (estivo o invernale) all’altro, e la necessità di ristabilire ordine. Sappiamo che questa data aveva importanza anche in epoca antica, per via dell’allineamento con il sole nascente a Imbolc di alcuni monumenti, come il Tumulo degli Ostaggi, sulla collina di Tara (in Irlanda), luogo con valenza sacrale.

  • Antropologia & Storia delle religioni

    Houdinì: l’illussionista scettico

    Illusionismo e Magia sono fra loro molto diversi, a volte mondi senza possibilità di comunicazione. Questo perché l’illusionista non è un mago, non crede nella Magia, né la opera: costruisce un’illusione attraverso trucchi di ingegneria, chimica, fisica, trucchetti per ingannare la mente e l’attenzione, illusioni ottiche, e così facendo trasmette l’idea che le sue capacità siano sovrannaturali. Stimola così in chi lo osserva quel senso di meraviglia che fa tornare bambini e sognatori.

    Uno dei più grandi illusionisti della storia è stato Henry Houdinì. Per la verità, è stato anche sceneggiatore, attore, regista, cantante, documentarista… e scettico professionista, sbufalatore di medium fraudolenti. Dal punto di osservazione favorito – quello di abile illusionista, conoscitore della mente umana e mentalista – Houdinì poteva comprendere tutti i trucchi messi in atto da sedicenti medium per abbindolare i propri clienti.

  • Antropologia & Storia delle religioni

    Arte: educazione ed ethos

    – di Victor

    [ARTE: in senso lato, significa ” attività”, e propriamente l’attualizzarsi di una potenza nell’operare (Treccani)]

    Stiamo attraversando un periodo storico nel quale, soprattutto alla luce dei recenti avvenimenti, vengono messi in discussione il valore e il ruolo dell’arte all’interno della moderna società occidentale.
    Volendo concentrarci sull’Italia: non molte settimane fa, si è tenuta a Milano una manifestazione organizzata da parte di operatori del settore eventi e spettacolo che, messi in ginocchio dalla grave emergenza sanitaria, domandavano attenzione da parte delle istituzioni. Presumibilmente, la ragione per la quale nessun provvedimento incisivo è stato varato, va ricercata nel fatto che valenza e finalità dell’espressione artistica sono oggi considerate tutt’altro che essenziali.

EnglishItalian